Most popular

Molto casino in spagnolo

È la mente femminile del quartetto di amici composto da Alex, Marty, Melman e lei stessa.Alla fine del primo film regala ad Alex la sua corona, ma ne ha un'altra con assegnazione bonus docenti un geco di nome Stevie.I due tipi di struttura di cui parliamo non sono


Read more

Casino theatre geneve parking

On behalf of the entire team, we hope to be able to demonstrate that this experience was an isolated incident and is not in any way reflective of our usually exceptionally magic card poker high standards of hospitality and guest care.Ako se slažete s time, jednostavno nastavite pretraživati.We


Read more

Piscina lotto 2017

Home, german Lotto, results 2017 Archive, below is a comprehensive list of all German Lotto results for 2017,beginning with the most recent.Date:2019 April2019 March2019 February2019 January2018 December2018 November2018 October2018 September2018 August2018 July2018 June2018 May2018 April2018 March2018 February2018 January2017 December2017 November2017 October2017 September2017 August2017 July2017 June2017 May2017 April2017 March2017


Read more

Legge anti slot piemonte


La legge vieta anche qualsiasi tipologia di pubblicità che abbia come oggetto sale da gioco o scommesse.
Limminente entrata in vigore della legge per il contrasto al gioco dazzardo ha portato il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, ad inviare una lettera al presidente del Consiglio regionale, Mauro Laus, nella quale scriveva: è «un preciso dovere istituzionale, su un tema così delicato.Da qui il blitz.Nel frattempo per i gestori di slot machine è arrivata la sospensione della tassa forfettaria sulle macchinette, anche se queste non sono ancora state rimosse.Da Lunedì 20 Novembre in regione è pienamente operativa la legge anti azzardo che regolamenta lattività bonus benvenuto casino delle slot machines e delle altre macchine da gioco.Piano di recupero e prevenzione.La legge della Regione Piemonte sul gioco d'azzardo minaccia la libera impresa e, per questo motivo, deve essere sottoposta al giudizio della Corte Costituzionale.Che cosa accade, nessuna apocalisse, solo il rispetto di regole sancite in una legge regionale che risale a più di un anno.Il limite, per i comuni sotto i 5mila abitanti, scende a 300 metri.La Giunta deve predisporre un piano triennale integrato per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco dazzardo patologico che preveda al suo interno interventi per il recupero dei pazienti affetti da gap, attività di sensibilizzazione, programmi di formazione del.Ne consegue, secondo il giudice, la necessità di disporre la rimessione degli atti alla Corte Costituzionale perché valuti il bilanciamento degli interessi costituzionali.Così è stato, nel pieno rispetto delle prerogative del Consiglio regionale.Per questi casi viene disposto un tempo di quattro anni per gli esercizi commerciali con slot machine e di otto anni per i titolari di sale gioco o di licenza per lesercizio delle scommesse, a partire da quando il fatto si è verificato, per rimettersi.Lassenza di macchinette costituisce requisito per accedere a contributi regionali (art.Le nuove norme entrano in vigore oggi il 20 novembre e prevedono che, sempre da oggi 20 novembre, gli esercizi pubblici dove sono presenti apparecchiature per il gioco debbano rispettare la distanza in base al percorso pedonale più breve (non inferiore ai 300 metri per.
E vietata qualsiasi attività pubblicitaria relativa alle sale da gioco e scommesse o allinstallazione delle slot machine e la concessione di spazi pubblicitari da parte delle aziende del trasporto pubblico locale e regionale (art.
In questo modo si pone anche fine a uno scaricabarile che, negli ultimi tempi, ha trovato in effetti qualche sponda di troppo».
Ingerenze del Governo: un quasi-conflitto istituzionale.
Sul comma 3 della Legge di Bilancio siamo stati i primi a lanciare lallarme (leggi qui ).La legge votata all'unanimità dal Consiglio regionale del Piemonte stabilisce che gli apparecchi da gioco non possano essere collocati a meno di 500 metri dai luoghi sensibili, come scuole, banche, chiese o parrocchie.Chi non rispetta la legge, può incorrere in sanzioni fino a 6mila euro.di cui qui vengono sintetizzati gli aspetti principali.Cosa che normalmente fanno cittadini, contribuenti, imprenditori normali in questo Paese.Una legge il cui testo era stato presentato addirittura nel 2014, ma della quale o il Governo non aveva preso atto oppure, confidava nella sua non applicazione.Si rivolge ad esercenti e titolari di sale le cui attività, allepoca dellentrata in vigore della legge 9/2016, erano in regola con il rispetto delle distanze, ma si trovano per fatti sopravvenuti successiva edificazione o apertura di luogo sensibile a meno di 300 o 500.La grande vittoria degli enti locali è stata essere riusciti a far inserire in quellaccordo - ancora non trasformatosi in un decreto - una clausola chiaramente invisa ai lobbysti.Un comma importante, che fa salvi dal futuro decreto norme regionali e regolamenti comunali «più restrittivi» in tema di distanze dai luoghi sensibili e limiti orari di apertura per le rivendite di azzardo legale.Ma, evidentemente, la posta in gioco è ben altra.Anbefalt: Pentium 4-prosessor (3,0 GHz eller mer 1 GB RAM, DirectX 9-grafikkort, Windows 7 (32/64-bit Vista/XP, mus, tastatur, Internett-tilkobling).La restrizione viene ridotta a 300 metri per quelli con meno di 5mila abitanti.Chiamparino proseguiva la sua lettera facendo presente che«se la volontà del Consiglio è che la legge regionale 9/2016 Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico, che regolamenta lattività delle slot machines e delle altre macchine da gioco, entri.Il presidente della Giunta regionale, sergio Chiamparino, intervenendo in commissione sanità, ha espresso tutto il suo orgoglio nei confronti del Piemonte, una delle prime bingo edenderry Regioni ad aver approvato una legge netta contro la ludopatia, terribile patologia che colpisce soprattutto le fasce più povere e indifese.




Sitemap